HAITI - Lettere di Suor Marcella

 

Carissimi,

inviamo in allegato la lettera di suor Marcella dove racconta e aggiorna sulla sua opera missionaria in Haiti.

 

"… Il gesto di carità diventa la misura del tuo cuore …

 ... e allora camminiamo insieme perché il gesto che facciamo di amare questi bambini e il loro Destino, voi aiutandoci economicamente e non solo, io dando la vita qui …

 ... che possa diventare la possibilità di un di più di umanità per ciascuno di noi …”

 

Grazie a tutti per l’aiuto che offrite, attraverso l'associazione, alla nostra amica missionaria.

 

ASSOCIAZIONE KAY LA - ONLUS

 

 

 

 

 

ULTIMO AGGIORNAMENTO: in allegato lettera Haiti Sr Marcella - Gennaio e Febbraio 2019

 

 

 

 

MESSAGGIO 16 DICEMBRE 2018

 

Iri sera alcuni telegiornali hanno dato notizia di un assalto di bande armate alla KAY PE GIUSS e hanno pubblicato una intervista a suor Marcella.

Anche questa notte alcuni banditi hanno sottratto materiale alla casa. La cosa si ripete da tre notti. Sono stati sottratte tutte le scorte di viveri e materiale igienico sanitario, tutti gli arredi e le attrezzature della clinica, alcuni materassi.

Possiamo solo tentare di immaginare quali possano essere le motivazioni che spingono questi individui ad assalire l’orfanotrofio (la povertà che dilaga nel paese, il protrarsi dell’incertezza politica ed economica con i conseguenti scontri di cui abbiamo avuto notizie nelle scorse settimane, o semplicemente la ricerca di soldi per  le feste di Natale…) ma non abbiamo alcun riscontro certo.

Tutte le istituzioni locali ed alcune internazionali sono state allertate.

Nonostante il timore di queste notti per ciò che potrebbe ancora accadere, tutti i bambini e suor Marcella stanno bene. Come sempre ci si attrezza per superare questi momenti di difficoltà.

In contatto continuo con suor Marcella si valutano le eventuali iniziative di sostegno si dovessero rendere necessarie.

Continuate a pregare per suor Marcella e per tutti i bambini.

 

 

MESSAGGIO NOVEMBRE 2018

 

Carissimi Amici,

in tanti abbiamo ricevuto in questi ultimi giorni notizie dirette dalla nostra amica Suor Marcella riguardo il momento estremamente difficile che sta vivendo il popolo Haitiano e conseguentemente tutta la Kay Pè Giuss in cui sono accolti quasi 150 bambini e bambine.

Dopo le manifestazioni e i gravi disordini dei giorni scorsi che a lungo hanno impedito i rifornimenti di acqua e cibo anche alla Kay, è ora prevista una tregua di due giorni (sabato e domenica) per permettere a tutta la popolazione, per quanto sarà possibile, di fare rifornimento di generi di prima necessità, in quanto da lunedì 26.11 è stato annunciato uno sciopero generale di tre giorni con conseguenti rischi di ulteriori scontri.
Suor Marcella dice “tutto sembra parlare del dramma che questo popolo vive da sempre” anche se nessuno ne parla adeguatamente nei mezzi di informazione.

Per questo dai giorni scorsi ci siamo attivati come Fondazione con gli organi istituzionali e di informazione per cercare di aiutare la Kay e far conoscere per quanto possibile quanto sta accadendo nell’unico interesse di aiutare la missione di Suor Marcella e i nostri bimbi li accolti.
Chiediamo quindi di coordinarsi con la Fondazione per ogni possibile aiuto e contributo che ciascuno può fornire in questo momento difficile.

Ricordiamoci comunque di quanto Suor Marcella ancora ci scrive:

“in queste ore difficili in cui l’incertezza sembra essere la posizione umana di tutti, ….sono certa che tutto va dove deve andare e che il bene di ognuno si compirà nella forma che il buon Dio ha da sempre pensato per noi. 
Contiamo sulle vostre preghiere. Vi abbraccio uno per uno.
Memorare
Suor Marci"

 

 

 

IN PRIMA PAGINA

HAITI
Nuova lettera dalla missione
sulla situazione in Haiti

AVVISI

SE DESIDERI DONARE
mani tese

"Non importa quanto si dà, ma

quanto amore si mette nel dare"

(Santa Madre Teresa di Calcutta)

-----

BANCA PROSSIMA-INTESA

UBI BANCA

POSTE ITALIANE

Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti, anche di profilazione, legati alla presenza di social plugin, e di altri elementi utili alla navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.